Premiazione del concorso dedicato a Domenico Baghini, l’uomo cavallo

Il giorno 20 maggio 2016 sono stati premiati, presso l’aula polifunzionale di Cura, i lavori della classe 1B dedicati al ricordo della figura di Domenico Baghini, soprannominato l’ “uomo cavallo”.

WP_20160520_003

Erano presenti il delegato allo sport del Comune di Vetralla  Elio Ferri, il presidente dei Lazio Club della Tuscia Antonio Rosai  e Salvatore Nicosia, atleta che ha militato nelle gloriose Fiamme Gialle della Guardia di Finanza, medaglia d’argento nella maratona Kobe nel 1985, medaglia d’oro alla Coppa del Mondo di Seul nel 1987 e campione italiano di maratona nel 1994.

I lavori di ricerca sono stai realizzati dalla classe 1B, coordinata dalla prof.ssa Annamaria Riolfatti, che nel suo discorso ha augurato a tutti gli alunni presenti di poter seguire i loro sogni e realizzarli, proprio come ha fatto nella sua straordinaria vita l’ “uomo cavallo”.

WP_20160520_011

Domenico Baghini, nato a Cura di Vetralla il 26 gennaio 1867, pare fosse dotato di una resistenza fisica non comune, della quale si rese conto allevando il bestiame e rincorrendo come un “cavallo” vitelli e manzi per ore senza stancarsi. Prima di intraprendere la carriera podistica si cimentò in una gara con una locomotiva dalla stazione di Cura a quella di Vico Matrino. Un percorso di più di quattro chilometri che si concluse con la vittoria di Baghini che distaccò la locomotiva di 50 m. Da allora cominciò la sua avventura in vari paesi italiani ed europei, ma le sue sfide preferite restavano quelle con i cavalli, su percorsi di 20 chilometri. Probabilmente è da lì che proviene l’appellativo di “Uomo-Cavallo”. C’è un aneddoto curioso che riguarda la sua avventura a Parigi, in occasione di una importante maratona. Nonostante gli fosse stato pagato il viaggio, partì da Cura a piedi, con tappe di 80-100 km al giorno, arrivò puntuale alla Maratona e la vinse con 10 minuti di distacco sul grande podista francese Siret. Domenico Baghini conquistò anche il campionato italiano a 43 anni, nel 1910. Nello stesso anno morì.

File:Baghini.jpg

Verranno pubblicate a breve le fotografie della classe premiata.